Dal Mondo
stampa

Attualità

Principali notizie dall’Italia e dal mondo. Maltempo, notte di paura in Piemonte. Brexit, è rischio no deal

La rassegna stampa del mattino a cura dell'agenzia Sir

Principali notizie dall’Italia e dal mondo. Maltempo, notte di paura in Piemonte. Brexit, è rischio no deal

Maltempo. Notte di paura in Piemonte. Un morto e due dispersi

Un morto e due dispersi nell’Alessandrino. È il bilancio della notte di paura dovuta alla forte ondata di maltempo che si è abbattuta sul Piemonte. È stato ritrovato morto – infatti – il tassista disperso da ieri sera nell’Alessandrino. È stato ritrovato, vivo, invece, il cliente, un rappresentante inglese che per lavoro si stava recando in un golf club. Risultano ancora dispersi i due anziani a Mornese, comune di circa 700 abitanti nell’alto Monferrato.

Governo. Cambia la manovra, slittano contante e pos

A una settimana dal via libera “salvo intese”, dopo un intenso “round” di incontri e un vertice di maggioranza lungo oltre due ore e mezza, arriva l’accordo sul decreto fiscale. Non è la parola fine alle discussioni nella maggioranza, perché alcuni aspetti – in particolare sulle partite Iva – sono da definire. Ma, in extremis, arriva una intesa di massima su nodi che erano rimasti aperti, dal carcere agli evasori alle multe per chi non faccia pagare con pos.

Cile. Sale a 11 il bilancio delle vittime. Quasi 1500 gli arresti

Due persone sono morte carbonizzate durante il saccheggio a un grande magazzino di materiali per l’edilizia e il bricolage, durante il quale si è sviluppato un incendio. Salgono così a 11 le vittime di cui si ha notizia dall’inizio delle proteste in Cile. L’incendio si è verificato alla filiale della Costrumart di La Pintana, nella regione metropolitana. Sale a quasi 1500 il numero delle persone arrestate in Cile per le violente proteste nel fine settimana, di cui circa 650 nella sola capitale Santiago. Lo riferiscono le autorità locali.

Bolivia. Morales rivendica vittoria elettorale e la piazza insorge

Proteste di piazza e scontri sono scoppiati in sei delle nove province della Bolivia, dopo l’annuncio da parte del Tribunale elettorale di una vittoria al primo turno dell’attuale presidente Evo Morales, al potere da 13 anni. Una folla di sostenitori di Mesa hanno dato fuoco agli uffici elettorali di Sucre, la capitale costituzionale della Bolivia e sede della Corte Suprema.

Brexit. Speaker della Camera dei Comuni dice no al nuovo voto sull’accordo

Lo speaker della Camera dei Comuni, John Bercow, ha respinto la mozione del governo di Boris Johnson per rimettere ai voti oggi l’accordo sulla Brexit raggiunto dal premier Tory con Bruxelles, ma rinviato sabato con un emendamento. Secondo Bercow, l’istanza non può essere riproposta nella stessa forma di sabato. A questo punto per il governo è corsa contro il tempo per far approvare entro questa settimana le leggi attuative dell’uscita dall’Ue e ripresentare il deal subito dopo in un contesto nuovo. Pena un rinvio o il no deal.

Giappone. Incoronato imperatore Naruhito

È in corso di svolgimento, al Palazzo imperiale di Tokyo, la cerimonia solenne per l’incoronazione dell’Imperatore Naruhito, davanti a 2.000 ospiti, tra cui dignitari di 190 nazioni e rappresentanti di organizzazioni internazionali. Nella prima mattinata, secondo il protocollo ufficiale, il monarca 59enne, vestito con una tunica bianca, ha visitato i santuari scintoisti all’interno della residenza ufficiale, incluso il luogo di culto Kashikodokoro, dedicato alla dea del Sole Amaterasu, considerata la mitica antenata diretta della famiglia imperiale giapponese.

Israele. Netanyahu rimette il mandato. A Gantz il compito di formare il governo

Nel giorno del suo 70° compleanno, il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha annunciato di aver rimesso il mandato di formare il nuovo governo nelle mani del presidente Reuven Rivlin. È la seconda volta in sei mesi che gli accade: la prima dopo le elezioni dello scorso aprile, la seconda dopo quelle di settembre passato. Uno smacco per il premier più longevo nella storia di Israele – compreso il padre della patria Ben Gurion -, reso ancora più duro dall’annuncio che Rivlin intende affidare l’incarico, il più presto possibile, proprio a Benny Gantz, leader del partito centrista Blu-Bianco, suo acerrimo avversario nelle due ultime competizioni elettorali.

Fonte: Sir
Tutti i diritti riservati
Principali notizie dall’Italia e dal mondo. Maltempo, notte di paura in Piemonte. Brexit, è rischio no deal
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti) disabilitato.

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento