Dal Mondo

Il segretario generale della Commissione degli episcopati dell’Unione europea (Comece) analizza la situazione politica, mette in guardia dai nazionalismi esasperati, invita i cittadini a essere protagonisti della vita democratica. "Come in ogni famiglia anche nell’Ue ci sono tensioni. Ma siamo sulla stessa barca. L'Unione - che è un progetto di pace - offre la possibilità di assumere decisioni condivise per il bene di tutti".

La rinnovata Costituzione cubana attende di passare al vaglio del voto dei cittadini, chiamati a esprimersi domenica 24 febbraio su un testo che è stato discusso a lungo e con un certo coinvolgimento della cittadinanza.

Un passaggio importante, a quasi un anno dall’avvento alla presidenza di Miguel Díaz Canel al posto di Raúl Castro, anche se certamente la campagna non viene celebrata con metodi democratici e nessuno mette in discussione la vittoria del Sì.