Dall'Italia

Con il sociologo specializzato in ricerca e formazione in tema di sicurezza pubblica riflettiamo su alcune criticità emerse nell'ultimo rapporto della Dia riguardante il secondo semestre del 2018: operazioni finanziarie sospette soprattutto al Nord, collusioni tra mafia nigeriana e Cosa nostra, i limiti di una legislazione antimafia legata a una competenza territoriale, estensione del fenomeno a tutta Europa

“Qualsiasi forma di prostituzione è un atto criminale, un vizio schifoso che confonde il fare l’amore con lo sfogare i propri istinti torturando una donna inerme. È una ferita alla coscienza collettiva, una deviazione all’immaginario corrente”. Lo scrive papa Francesco nella prefazione del libro “Donne Crocifisse”, pubblicata oggi su In Terris

Domani, 28 luglio, prevista forte instabilità e fenomeni temporaleschi diffusi, in attenuazione nelle ore serali

Annunciato un progetto di “Alfabetizzazione finanziaria” promosso dalla Fondazione internazionale Tertio Millennio onlus e rivolto ai giovani soci delle Banche di credito cooperativo (Bcc) di tutt’Italia

Il provvedimento si occupa prevalentemente di immigrazione e di manifestazioni pubbliche. È soprattutto sul primo tema che si è concentrata la comunicazione politica dei proponenti, all’insegna di una “stretta” sulle operazioni di soccorso operate in mare dalle Ong, che a ben vedere risultano essere il bersaglio sostanziale del decreto

Bilancio in attivo (utile di 588mila euro) e nuovo presidente per Start Romagna: è il cesenate Roberto Sacchetti, già consigliere d'amministrazione in Hera.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha spiegato le ragioni del “sì” che il governo, entro il 26 luglio, dovrà mettere per scritto in una lettera all’Unione europea: costa di più non farla che farla e solo il Parlamento può decidere di fermare tutto. Affermazione a denti stretti, forse, ma chiara. Tutto bene, dunque, per chi è a favore dell’opera, tutto male, invece, per chi è contro. Tanto che i No Tav sono già sul piede di guerra

In un momento storico dove sembra impossibile realizzare i propri progetti, la giovane startup nata in Romagna rientra in italia orgogliosa del risultato ottenuto durante le prime due tappe all’estero del tour sancite da numeri importanti - quasi 70.000 spettatori tra Parigi e Francoforte - e annuncia che nel 2020 uscirà il film che narra la genesi del progetto, film diretto da Anita Rivaroli e prodotto da Indyca. A breve, verrà annunciata una nuova data del concerto That’s Live sul territorio italiano.