Editoriale

stampa

L'editoriale della settimana

L’esperienza del sinodo portato avanti nelle Diocesi italiane, anche nella nostra, racconta di una vitalità fresca e soprattutto desiderosa di trasmettere la bellezza di un’esperienza

Registriamo un ampio dibattito, anche interno al mondo cattolico, su cosa sia più opportuno fare in frangenti come questi. È giusto provare una resistenza? Si va incontro a morti inutili?

Dopo due anni di pandemia e di interventi in svariate direzioni, adesso è il momento di non tirarsi indietro e di sostenere la ripresa che tanto forte si è manifestata nel 2021, molto più di un semplice rimbalzo tecnico

Prima la pandemia, ora la guerra. Queste due emergenze ci condizionano. Hanno sconvolto le nostre agende, ci dettano le priorità e gli argomenti di cui trattare

Il messaggio della Pasqua appena celebrata ci invita alla speranza, nonostante l’attualità

Come possiamo quest’anno augurarci Buona Pasqua, quando milioni di donne, bambini e anziani sono costretti a lasciare le loro case e le loro terre per rifugiarsi in paesi stranieri?

Servirebbe che in Europa la politica uscisse dalla cronaca e da tentazioni nazionaliste, e provasse un balzo in avanti alla ricerca del bene comune. Fare i conti con il contesto internazionale e trovare le soluzioni in grado di evitare o fermare le guerre con i loro carichi di morte senza ritorno

Un conto è l’accoglienza sul momento, pur meritoria e degna di nota: un letto, uno spazio, una soluzione temporanea. Poi c’è tutto il seguito

La guerra, quella vera, è entrata nel nostro quotidiano. Sembra un film, persino surreale. Invece è la realtà, quella con la quale siamo chiamati a confrontarci oggi

Sembra tutto surreale, anche i prezzi dei carburanti lievitati a dismisura, pane, pasta e oli introvabili, scaffali dei supermercati semivuoti. Siamo quasi un’economia di guerra, da razionamento