Dal Mondo

Nella missione diocesana di Playa Grande, a Carupano in Venezuela, opera don Derno Giorgetti, sacerdote fidei donum della nostra Diocesi, per tanti anni in missione. In occasione della visita di papa Francesco è tornato a casa, ma poi è subito rientrato nel Paese sudamericano dove si vive una situazione ormai drammatica.

"Di fronte ad un attentato così grave non bisogna abbassare le braccia ma guardare in faccia la situazione e vedere come si può rispondere, nel migliore dei modi. Oltre alle vittime che piangiamo, non bisogna rendere vittima anche la nostra speranza". È l'appello lanciato da monsignor Giorgio Bertin, amministratore apostolico di Gibuti e Mogadiscio, dopo l'attentato terroristico in Somalia, con oltre 300 vittime.

Il Papa chiede alla Fao di "cambiare rotta", superando i conflitti e i cambiamenti climatici, le due cause della relazione tra fame e migrazioni. "Introdurre nel linguaggio della cooperazione internazionale la categoria dell'amore", la proposta. Appello per il disarmo e per fermare il ricorso alle armi di distruzione di massa. "La gestione della mobilità umana richiede un'azione intergovernativa coordinata e sistematica"

Monsignor Giorgio Biguzzi, sacerdote cesenate, per tanti anni missionario in Africa, vescovo emerito di Makeni, in Sierra Leone, sarà ospite di Monica Mondo per "Soul" su Tv2000. La puntata andrà in onda sabato 14 ottobre alle 12.15 e alle 20.45.

Monsignor Robert F. Vasa è il vescovo della diocesi più colpita dalla devastazione degli incendi: al momento la conta dei morti si ferma a 23, mentre il numero degli scomparsi è di circa 250. “La nostra diocesi è stata colpita duramente - spiega in un messaggio ai fedeli - e viviamo una situazione di incertezza. Dei 17 incendi che stanno devastando la zona, la maggior parte sono concentrati in tre contee del nostro territorio”

Delusione nelle file separatiste, soprattutto tra i giovani della CUP. Confusione e incertezza tra gli analisti. Attesa per la risposta di Madrid. Con questi sentimenti la Spagna e la Catalogna si sono risvegliate questa mattina, dopo il discorso Parlament de Catalunya del presidente catalano, Carles Puigdemont.