Dall'Italia

Sono stati consegnati a Bologna i diplomi a otto giovani dipendenti del Credito Cooperativo Romagnolo che hanno frequentato un corso di specializzazione post-universitario a spese della banca

È possibile provare ad articolare delle ipotesi di scenario sulla base degli elementi al momento disponibili. Ed è quello che il Sir ha cercato di fare intervistando Paolo Pombeni, storico e studioso dei sistemi politici tra i più autorevoli del nostro Paese.

Denis Merloni, professionista competente, ironico e discreto, per tanti anni impegnato sul fronte del lavoro prima come sindacalista e poi come assessore provinciale, è morto all’ospedale di Forlì. Aveva 63 anni.

Le piogge e la neve delle ultime settimane hanno giovato all’invaso di Ridracoli che, la notte scorsa, ha superato quota 550 metri sul livello del mare a quasi sette mesi dall’ultima volta.

Il bacino di Romagna Acque ora è pieno per l’80,5 per cento e, dato che l’apporto si mantiene sostenuto, è ragionevole attendersi il riempimento totale entro una quindicina di giorni, meteo permettendo.

Lo storico Pier Luigi Guiducci racconta due sue scoperte, entrambi risalenti al terzo secolo d. C.: il ritrovamento di una Croce al Colosseo, segno della persecuzione dei cristiani nell'Anfiteatro Flavio, e quello di un Chrismon in un criptoportico dell'ambasciata americana a Roma, testimonianza della presenza dei seguaci di Cristo anche nelle classi più agiate.

Due aeroporti romagnoli, due storie agli antipodi. Il primo, quello di Rimini, è ripartito a passi piccoli ma costanti dopo la chiusura del 2014. E le previsioni sul Fellini volgono ormai al bel tempo. Mentre il secondo, il Ridolfi di Forlì, continua a prendere polvere da quasi cinque anni dopo un lungo periodo di promesse e speranze tradite. Il centrodestra chiede lumi.

Il 2017 è stato un anno in cui la ripresa registrata inequivocabilmente dagli indicatori economici, in misura anche più consistente delle previsioni, non è riuscita ancora a incidere in modo decisivo nella vita delle persone e delle famiglie, almeno non nel senso di riequilibrare i danni inferti al Paese dalla Grande Crisi

Oltre 18 milioni e 760 mila di euro dalla Regione Emilia-Romagna per 36 interventi nelle scuole della provincia di Forlì-Cesena. Si tratta di opere di riqualificazione, messa in sicurezza, adeguamento sismico, interventi straordinari di ampliamento, miglioramento e costruzione nuovi edifici, fino ai lavori su solai e controsoffitti.

Dura nota del dipartimento Scuola di Forza Italia Emilia-Romagna sulla trasformazione del 25 dicembre nella "festa di Babbo Natale".

Gli azzurri legano questa perdita del "patrimonio identitario della Nazione" alla crescente presenza di alunni stranieri nelle aule scolastiche.