Villaggio globale

stampa

Rubrica a cura di Ernesto Diaco

Gli studi e i contributi sul rapporto tra l’uomo e la tecnologia digitale, nel mondo di oggi e ancor più in quello del prossimo futuro, sono ormai sterminati. Nella varietà dei punti di vista e degli orientamenti suggeriti, colpisce notare la prevalenza dell’approccio umanistico su quello tecnico

La pandemia ha confermato che la vita online è vita reale, in cui ci si incontra, si lavora, si impara. Guai però a dimenticare che la rete è in mano a un numero di soggetti pari alle dita di una mano

L'indagine “Mi fido di te”, promossa dall’Alta scuola dell’Università Cattolica per i media, la comunicazione e lo spettacolo, ha studiato i punti di riferimento dei giovanissimi nell’epoca della pandemia

I risultati di un sondaggio che ha coinvolto 230 giovanissimi nati tra il 1995 e il 2010, la cosiddetta “generazione Z”

Vi sono due estremi da evitare assolutamente. Quello del controllo asfissiante sui ragazzi (“proibire tutto”) e quello del permissivismo assoluto, che li lascia in balia di sé stessi. La via di mezzo è quella della responsabilità e della condivisione, così da non demonizzare i social ma evitando anche di minimizzarne l’influenza

Si riaffaccia lo spettro della chiusura delle scuole e della didattica a distanza tramite gli strumenti digitali e ci pensano subito l’Auditel e il Censis a ricordare qual è la situazione nel nostro Paese

Anche in questo “ambiente digitale” non mancano i religiosi che l’hanno scelto come il proprio spazio di missione, con una modalità di presenza che, senza nulla togliere alla loro vocazione, riesce a collezionare impensabili record di visualizzazioni

Nasconde varie insidie, fra cui le “challenge”, ossia le sfide fra gli utenti, a volte estremamente pericolose, come quella che prevede l’assunzione di farmaci. Inoltre, se su Facebook e Instagram decidi tu chi vedere e “seguire”, su TikTok è l’algoritmo a decidere i contenuti

Scorrendo il “mosaico” di piccole immagini condivise dagli utenti appare prevalentemente un mondo artefatto, edulcorato, sempre in vacanza