Dall'Italia

“Va bene – ha detto in conclusione Gentiloni – se all’Europa si chiede di più. È giusto. Non è questo il momento di essere europei riluttanti, una riluttanza che nasconde nazionalismi. Sì, a un patriottismo sano, come quello proposto dai presidenti della Repubblica, da Ciampi a Mattarella, a una visione condivisa che si riconosca nei valori comuni europei”

Prepotenza e bullismo spesso degenerano nell’illegalità. Siamo in piena emergenza educativa, accentuata dalle conseguenze della pandemia, ma non riguarda solo gli adolescenti