Psicologia della vita quotidiana

stampa

La rubrica, tenuta da Mirella Montemurro (psicoterapeuta/psicoanalista), si propone di osservare il mondo attraverso una “lente” psicoanalitica.

Ogni ultima settimana del mese, la rubrica parla di temi della vita quotidiana: relazioni, educazione dei figli, fatti di cronaca locale e nazionale, funzionamento psichico, disagi psicologici e loro cura.

Da ottobre a oggi si è registrato un netto aumento dei tentativi di suicidio e delle attività autolesionistiche in generale tra i giovani

È una risposta naturale e adattiva, finalizzata a preservare l’integrità della persona, mantenendo conservato il potenziale difensivo e reattivo

Il diniego è da sempre un importante oggetto di studio della psicoanalisi

I Dpcm scandiscono il nostro ritmo personale tra contatto e ritiro, influenzano le nostre scelte di vita relazionale. Ci ritroviamo a subire una solitudine imposta dai tentativi di contenere l’avanzare del virus

Sognare è sempre un indice importante di salute mentale. Quando ricordiamo un sogno abbiamo uno strumento in più a nostra disposizione per conoscere meglio noi stessi. Sul lettino psicoanalitico si dà molto importanza ai sogni

Il 60 per cento degli europei si sente sfinito dalla crisi sanitaria. Questa forma di stanchezza è insidiosa, non è facilmente riconoscibile. Uno dei segnali è l'insofferenza verso le regole per contrastare l'epidemia e contenere il diffondersi del Covid-19

In tutto il mondo, si avverte una pressante esigenza di migliorare l’accessibilità ai servizi di salute mentale, servizi che l’Oms ritiene prioritari, soprattutto in questo periodo di pandemia

L’amore, per durare, deve essere duttile. Deve riuscire a plasmarsi sulla trama della vita e delle menti in divenire

In questa fase 3 può diventare più difficile mantenere una condotta di prudenza. Potrebbe essere forte la spinta ad immaginarci in un periodo post pandemia. Questo riguarda giovani ma anche meno giovani

Federico, un ragazzo di 29 anni, ha ucciso brutalmente sua madre a pochi passi da noi. Di fronte a queste catastrofi affettive si rimane sgomenti, ci si interroga sui motivi