Dalla Chiesa

Le palme e la croce sono la parola discendente di ogni amicizia che sfuma, di ogni amore che non si conserva, di ogni rapporto familiare che si incrina. E noi abbiamo perso il sapere e il sapore dell’aggiustare le cose

Il Papa ha visitato oggi pomeriggio la Casa Circondariale Regina Coeli di Roma per la celebrazione della Messa in Coena Domini, tradizionale inizio del triduo pasquale. Arrivato nel carcere, Francesco ha incontrato i detenuti ammalati in infermeria, prima di presiedere la celebrazione della messa.

Il porporato, segretario generale del Sinodo dei vescovi, ha presentato alla stampa il documento con cui si è concluso il pre-Sinodo, a cui hanno partecipato 300 giovani in Vaticano e 15mila attraverso i social. Aprendo i lavori, lunedì scorso, il Papa si è intrattenuto con i protagonisti dell'iniziativa per tre ore e mezza. 

Dopo la promulgazione, il 6 marzo scorso, del decreto della Congregazione per le cause dei santi che riconosce il miracolo attribuito ai beati Oscar Arnulfo Romero e Papa Paolo VI, si attende ora la data e il luogo della canonizzazione. Alla vigilia del martirio in odium fidei dell'arcivescovo di San Salvador (24 marzo 1980), parla il cardinale Gregorio Rosa Chávez, amico e collaboratore di monsignor Romero.

La Serva di Dio Sandra Sabattini è nata il 19 agosto 1961 a Riccione. Da adolescente, nel 1974, iniziò a frequentare gli incontri della Comunità Papa Giovanni XXIII, associazione guidata e fondata dal Servo di Dio don Oreste Benzi. Al suo interno coronò la propria vocazione di servizio al prossimo bisognoso impegnandosi in varie attività caritative. Nell’agosto 1979 si fidanzò con Guido Rossi, anch’egli membro della stessa Associazione.

Aveva 71 anni. Le esequie si terranno giovedì 22 marzo alle 14,30 al Santuario del Santissimo Crocifisso di Longiano, di cui in passato fu rettore. La salma sarà tumulata nel cimitero di Ranchio di Sarsina, suo paese natale.

I partiti hanno il dovere di governare, ma rispondendo ai bisogni reali della gente che ha consegnato loro il voto. Alla vigilia dell'avvio ufficiale della nuova legislatura, il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, lancia un messaggio chiaro alle forze politiche e rivolge un appello al dialogo sociale. 

“Un uomo, una donna che non rischia, non matura. Un’istituzione che fa scelte per non rischiare rimane bambina, non cresce”. Lo ha detto ai 300 presenti, a braccio, il Papa, che nella parte finale del suo discorso di apertura al Pre-Sinodo dei giovani “Rischiate, accompagnati dalla prudenza, dal consiglio, ma andate avanti. Senza rischiare, sapete cosa succede a un giovane? Invecchia! Va in pensione a 20 anni! Un giovane invecchia e anche la Chiesa invecchia”.

Tre eredità, che corrispondono a tre segni visibili: i Gruppi di preghiera, gli ammalati della Casa Sollievo e il confessionale. A consegnarle ai 40mila fedeli che lo hanno accolto a San Giovanni Rotondo è stato il Papa, nella sua visita in occasione del 50esimo anniversario della morte e dell'apparizione delle stigmate permanenti

Il senso della vista rimanda a una categoria preferita da Francesco, molto ripetuta ma forse in forma riduttiva. Si tratta delle periferie. L’udito “parla” dello stile di governo di Bergoglio: la sinodalità. Il gusto è il dono della gioia che si deposita nel nostro cuore quando accogliamo il suo Evangelo (Evangelii gaudium). L’odorato è in grado d’introdurre nel profondo della relazione, nell’intimità (“pastori con l’odore delle pecore”). Il tatto dev’essere letto in sfondo antropologico e spirituale. Francesco comincia a parlarne in senso cristologico (“toccare la carne di Cristo”), ma giunge poi alla carità verso il prossimo. Ecco, dunque, i cinque sensi spirituali che permettono alla Chiesa di essere una Chiesa dai “sani sensi” e, pure, una Chiesa da gustare!

Una lettera personale di Benedetto XVI sulla continuità con il pontificato di papa Francesco. A renderla pubblica il prefetto della Segreteria per la comunicazione (SpC), monsignor Dario Edoardo Viganò, che l’ha ricevuta in occasione della presentazione della collana “La Teologia di Papa Francesco”, edita dalla Libreria Editrice Vaticana (LEV), avvenuta oggi nel corso di una conferenza stampa a Roma presso la Sala Marconi di Palazzo Pio.

Il cordoglio di papa Francesco: "Nella sua lunga attività come teologo e vescovo, nonché da presidente della Conferenza episcopale tedesca, ha contribuito a plasmare la vita della Chiesa e della società"

Cresce l'attesa a San Giovanni Rotondo per la visita di papa Francesco. L'arcivescovo Michele Castoro traccia un identikit di San Pio, "un frate classico, l'uomo dell'essenziale, del Vangelo vissuto", che ancora oggi - come Bergoglio - sa parlare ai giovani. Saranno in duemila, nella veglia del 16 marzo con monsignor Galantino e poi nella Messa del giorno dopo al Santuario, con il Papa.